23 luglio 2018

BioUpper 3a edizione – selezione intermedia

Call for Scale: Imprese selezionate nel Selection Studio di venerdì 13 luglio 2018


BrainControl

BrainControl è una piattaforma basata sull’Intelligenza Artificiale che abilita l’interazione uomo-macchina attraverso feedback biologici. È un dispositivo che offre alle persone disabili la possibilità di controllare oggetti con il pensiero, permettendogli di controllare un comunicatore, dispositivi di domotica (luci, porte, finestre, allarmi, termostati, la posizione del letto), carrozzine. È una forma di “joystick mentale”, che abilita coloro che soffrono di patologie come la tetraplegia, la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), la sclerosi multipla e distrofie muscolari di varia natura, per superare gravi disabilità nella deambulazione e nella comunicazione. La prima versione di BrainControl, “BCI AAC”, è disponibile in commercio e si stanno effettuando dei test di mercato.

 

D-EYE

D-EYE progetta, produce e vende accessori per smartphone che trasformano il cellulare in un dispositivo medicale. Il primo prodotto disponibile è D-EYE Posterior Lens. È un piccolo dispositivo ottico che cambia le ottiche dello smartphone permettendo di vedere dentro l’occhio per osservare la retina. L’app gestisce l’esame e la gestione dei dati del paziente in modo conforme alla regolamentazione sulla privacy. L’app offre la capacità di condividere le informazioni, insieme o senza i dati del paziente, e genera un report con le informazioni sul medico, il paziente e l’esame. Sono in corso di sviluppo funzionalità di machine learning e AI per aiutare l’utente a comprendere l’esame effettuato.

 

Imaginary

imaginary ha sviluppato soluzioni avanzate per offrire un percorso di riabilitazione personalizzato al fine di accelerare il recupero, motivare i pazienti e coinvolgere la famiglia, dando loro un supporto professionale: i dati vengono poi raccolti e condivisi con medici e specialisti che lavorano da remoto. La startup ha sviluppato REHABILITY, la suite di giochi funzionali per il fisico e la riabilitazione cognitiva di pazienti neurologici, affetti, ad esempio, da ictus, sclerosi multipla o morbo di Parkinson, permettendo ai pazienti di seguire la terapia riabilitativa, in fase post acuta, da casa e con un continuo supporto medico a distanza.

 

SurgiQ

SurgiQ utilizza l'Intelligenza Artificiale per fornire agli ospedali strumenti per la gestione e pianificazione, con l’obiettivo di prevenire le inefficienze, evitare problemi dell'ultimo minuto e gestire le crisi. SurgiQ ha sviluppato un approccio che aiuta gli ospedali a stabilire la priorità, verificare e pianificare gli interventi chirurgici. È un assistente in tempo reale a supporto delle prestazioni sanitarie. Le attività sono gestite in modo chiaro, intuitivo e strutturato. I dati sono inoltre tracciabili e a prova di manomissione grazie alla tecnologia blockchain. L'intelligenza artificiale rende l'intera organizzazione allineata alle esigenze del paziente.

 


Call for Ideas : Startup selezionate nel Selection Day di venerdì 20 luglio 2018

 

ABzero

ABzero offre un servizio per il trasporto di sangue, emoderivati ed organi attraverso droni. Utilizza droni commerciali che mette a completa disposizione della struttura sanitaria assicurando la consegna in maniera autonoma, immediata e in totale sicurezza per la componente umana, anche in caso di aviaria. Il bene trasportato è conservato senza rischi in una capsula intelligente, che ne protegge la qualità secondo gli standard di legge. Il core della tecnologia, la capsula intelligente, è protetta da brevetto. www.abzero.it

 

Anant

Il progetto si basa sull’idea di un device - basato su visione artificiale - appositamente pensato per analizzare la pelle portando a una maggiore prevenzione dei tumori cutanei (principalmente melanoma). Lo strumento è infatti capace di sfruttare l'intelligenza artificiale per dare un responso al paziente o al dermatologo. Studi e ricerche recenti dimostrano il valore aggiunto e l'efficacia dell'intelligenza artificiale in questo ambito; questa tecnologia è infatti in grado di identificare in modo molto efficace l’insorgenza di potenziali rischi tumorali grazie all’analisi di immagini.

 

Confirmo

Confirmo è un’app che supporta i pazienti nella conoscenza e nell’accettazione legale delle procedure mediche, costruita con un motore di valutazione della comprensione.
Confirmo può essere usata per:

  • Il consenso informato su una procedura medica;
  • Qualsiasi altro tipo di consenso durante il percorso del paziente (ad esempio il consenso alla privacy);

Confirmo è infatti in grado di tracciare e certificare tutte le azioni e gli step che avvengono in questo percorso.

 

ElicaDEA

TENPROProstate vuole mettere a punto un biochip per il dosaggio di un pannello di dieci marcatori prognostici utili alla scelta della strategia terapeutica da adottare in pazienti con diagnosi di tumore prostatico. Questo kit consente di ottenere un indice di rischio legato alla probabilità che il paziente sia affetto da un tumore prostatico aggressivo, partendo da un unico prelievo di sangue.

 

PATCH

PATCH è un chatbot mobile e cloud, basato su AI, pensato per ricevere e fornire dati relativi ai Clinical Trials. È in grado di automatizzare i processi per migliorare l’efficienza e l’accuratezza dei Clinical Trials, attraverso dei patient-reported outcome (PRO) in real-time, oltre che alla possibilità di inserire dati di diversi formati.

L’utilizzo di PATCH nei Clinical Trials ha il potenziale di migliorare il benessere dei pazienti, il loro coinvolgimento e la loro esperienza, oltre che alla comunicazione tra medico e paziente.

 

Priya

Priya ha sviluppato un prodotto in grado di analizzare il volto, capire se il bambino dorme nella posizione corretta e ricavare i parametri vitali (attraverso una foto-pletismografia remota che analizza la variazione della pigmentazione della pelle), e riconoscere il pianto.

Questa soluzione rappresenta un sistema discreto ed efficace che sfrutta la propria intelligenza artificiale per notificare in tempo reale gli eventi più rilevanti.

Per raggiungere questo scopo, Priya è dotato di un sensore ottico ad alta risoluzione, un microfono sensibile ed un preciso sensore della qualità dell’aria.

 

Quickly Pro

Q-Walk ha progettato un wearable device, collegato ad un’app, che si applica a livello delle ginocchia e guida la deambulazione grazie alla proiezione al suolo di cues visivi personalizzati. Facilita, quindi, il lavoro dei fisioterapisti, grazie all'estrema semplicità d'uso e alla velocità di impostazione dei parametri del passo per ogni singolo paziente.

Nasce dal razionale scientifico riguardante l'utilizzo dei cues visivi nella riabilitazione specialistica. www.quicklypro.it

 

SpeX 

SpeX, spin-off dell’Istituto Italiano di Tecnologia, sviluppa spettrometri ottici di nuova generazione che forniscono analisi rapide, senza contatto e ad alta risoluzione delle proprietà biomeccaniche 3D. Consentono diagnosi più efficienti e quantitative delle malattie legate all'età. Le proprietà biomeccaniche, come rigidità e viscoelasticità, svolgono infatti un ruolo chiave nell'insorgenza delle malattie legate all'età. I dispositivi esistenti per misurare queste proprietà sono invasivi, forniscono una risoluzione scadente e non permettono di recuperare le informazioni in un volume campione.

 

StayActive

StayActive è un dispositivo wearable che aiuta a migliorare la postura, rilevando ed aiutando a correggere la ipercifosi dorsale e la delordosi lombare. Una volta indossato e calibrato in 30 secondi con l’app StayUp, il dispositivo funziona - sia  in piedi che seduti - e avvisa se si ha una postura scorretta con la schiena, tramite una lieve vibrazione, aiutando nell’autocorrezione.

Il device StayActive è stato creato in collaborazione con ISICO che ha fornito i dati per le rilevazioni. www.getstayactive.com

 

SynDiag Artificial Intelligence for Augmented Ultrasound

SynDiag consente check-up medici basati su scansioni ad ultrasuoni, che possono essere svolti anche da non-oncologi, e non per forza in centri specialistici, per l’individuazione del cancro agli stadi iniziali. SynDiag usa algoritmi dell’intelligenza artificiale per scovare la presenza di cisti tumorale. La soluzione opera in real-time con qualsiasi macchina, anche in mobilità, riuscendo a far compiere lo scan di un possibile cancro ovarico.